Il fascino della paranoia

Incipit

Le mie amiche, che m’invidiano la testa ben attaccata sulle spalle ed il sano scetticismo nei confronti degli uomini, ignorano che anch’io, a volte, ho camminato sull’orlo del precipizio e sono stata sul punto di compiere un’azione di cui mi sarei pentita e vergognata tutta la vita.

 Era un pomeriggio di pioggia a catinelle, avevo terminato il mio giro (sono rappresentante di cosmetici) e, piuttosto che farmi quattro chilometri in auto sotto il temporale per arrivare a casa mia, all’altro capo della città, avevo preferito trovare rifugio in un bar. Ma forse non era solo la paura dell’asfalto bagnato. Quando Giove Pluvio scarica la sua ira sugli uomini, si sente più forte il bisogno di compagnia, e, nel mio appartamento da donna libera ed emancipata (o, avrebbe detto mia madre, da zitella) non c’era nessuno ad aspettarmi. Certo, gli anonimi avventori che avevano girato la testa quando ero entrata e poi erano tornati ai discorsi sul campionato erano una compagnia solo simbolica, ma perlomeno la loro presenza mi ricordava che non ero Robinson Crusoe naufragato su un ‘isola deserta.

Avevo fra le mani una rivista femminile, di quelle che in genere io rifiuto di leggere anche dal parrucchiere ed, infatti, non la stavo leggendo. Ero immersa in un calcolo matematico. Poiché, secondo l’ultimo censimento, la città, compreso il circondario, aveva due milioni d’abitanti, dividendo la cifra per due risultavano un milione di maschi disponibili, ma poi, oltre alla divisione, bisognava fare tutta una serie di sottrazioni. Via i vecchi, via i bambini, via gli stranieri, via gli omosessuali, via gli uomini sposati, fidanzati o conviventi: restava la popolazione maschile di un paesino di provincia. Togliamo anche le persone troppo brutte fisicamente, come quel barista dal labbro leporino, gli stronzi, i maniaci sessuali, i falsi romantici e quelli con cui avevo già avuto un’esperienza da dimenticare. Alla fine, il risultato finale si avvicinava pericolosamente allo zero e la  mia vita sentimentale degli ultimi mesi era la prova del nove riguardo all’esattezza dell’equazione. Volli fare una verifica e mi guardai intorno. Come volevasi dimostrare, tutti gli uomini in quel locale erano pensionati o ultracinquantenni.

Adesso, però, voi lettori maschi, non prendetemi per una zitella disperata o una ninfomane con cui si può andare a colpo sicuro, e non preparate le richieste di un appuntamento. Io sono una donna sola che accetta serenamente la sua condizione e ne apprezza i benefici, ma non nei giorni di pioggia.

Trama

“Lo stesso attore recitava la parte di Otello e di Iago”.

Entra nel bar un uomo di bella presenza (Beppe) che abborda la narratrice, dicendole di aver lasciato il tetto coniugale dopo che sua moglie ha avuto un figlio dal proprio principale, il dottor Fornaca. La narratrice crede all’uomo e lo segue nel suo appartamento, ma prima che possa avvenire qualcosa di compromettente, arriva il fratello di Beppe, Gian Maria. Dalla conversazione fra i due fratelli, appare presto evidente che Beppe è un paranoico, che si è immaginato il tradimento della moglie per fuggire le sue responsabilità di padre. Beppe, finalmente, acconsente a vedere la moglie e il bambino, mentre la narratrice si allontana, umiliata per la facilità con cui si è fatta ingannare da un pazzo.

Racconto breve e semplice, vagamente pirandelliano. Lo sforzo maggiore, per me, è stato lasciar trasparire dal comportamento di Beppe gli indizi della sua malattia mentale, ma senza renderli troppo evidenti, per non far fare alla protagonista la figura della stupida.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: