La solitudine di papa Adriano

“Nessuna condizione è più miserabile di quella del Romano Pontefice. In questo soglio  si trovano tante amarezze al cui confronto  tutte quelle incontrate in precedenza appaiono delle gioie. Il mantello pontificale è coperto all’interno da innumerevoli aculei e così pesante da schiacciare gli uomini più robusti, e giustamente è di colore rosso, perché brucia chi lo indossa. Avrei preferito restare per sempre nella mia natia Inghilterra o nel mio convento, piuttosto che entrare in tante angosce, se avessi osato rifiutare i doni celesti. A ogni passo che facevo verso il pontificato, perdevo un po’ di felicità e di pace. Sempre Dio mi ha tenuto fra l’incudine e il martello, e gli chiederei, se fosse lecito, di sostenere con la sua destra gli oneri che mi ha imposto e che mi sono insopportabili.

Papa Adriano 4.

Papa Adriano 4.

Non è degno di pietà chi va in cerca di tanta miseria? Per quanto sia ricco colui che è stato eletto, il giorno dopo sarà povero e obbligato a infiniti creditori. Desiderare il papato, e volerci arrivare anche a costo di spargere sangue fraterno, significa succedere a Romolo il parricida e non a Pietro il pastore. Il Sommo Pontefice è letteralmente il servo dei servi: è il servo dei romani, che sono servi dell’avidità, e se rinunciasse a tale servitù, o non sarebbe più romano o non sarebbe più pontefice.”

Questo non è un documento trafugato dallo scrittoio di papa Ratzinger e reso pubblico da Vatileaks; sono parole di un pontefice medievale, Adriano IV,  riportate da Giovanni di Salisbury. Preghiamo che il successore di Benedetto 16 sia il Servo dei Servi nel significato più nobile dell’espressione e non in quello che intendeva papa Adriano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: