Alea iacta est!

Incipit

A Savignano, ancora oggi, si può incontrare qualche legionario ritardatario.

A Savignano, ancora oggi, si può incontrare qualche legionario ritardatario.

In Romagna, non è mai stato facile tenere la politica fuori dalle conversazioni, nemmeno nel 49 avanti Cristo.

Quando Flavio Virgilio si vide capitare a pranzo suo cognato Publio Lutazio, si propose di non parlare di politica. Publio era uno scocciatore, ma era pur sempre il fratello di sua moglie e Flavio non aveva voglia di litigare con lui, col risultato magari di far scoppiare in lacrime la matrona di casa. Per cui, quando lo schiavo che faceva da accompagnatore a Publio annunciò ossequiosamente che Publio Lutazio, che per gravi motivi aveva deciso di non mangiare in casa propria, chiedeva di poter dividere la mensa col cognato e l’amata sorella, Flavio fece aggiungere un letto al triclinio e cominciò a ripassare a mente gli argomenti su cui poteva discutere col cognato senza scaldarsi. Durante il pranzo, la conversazione si mosse tranquillamente sui sentieri sicuri: il tempo, il raccolto, i figli, gli schiavi infingardi, gli spettacoli di gladiatori. Poi Publio, che fino ad allora aveva evitato le discussioni con la stessa prudenza del suo parente acquisito, aveva chiesto a Flavio: – Hai avuto notizie di tuo fratello?

– Ho ricevuto una sua lettera due settimane fa; è di guarnigione a Bononia e si gode un po’ di pace. Dopo sette anni di guerra nelle Gallie, ne ha bisogno. Speriamo che non debba combattere subito un’altra guerra.

– Certo – commentò, distrattamente, Publio. – Speriamo che Cesare abbia buonsenso.

– Veramente, lui di buon senso e di pazienza ne sta dimostrando anche troppa, – replicò, piccato, Flavio. – Un generale conquista un intero paese e come lo ringraziano? Togliendogli il comando. E nonostante questo, è un mese che Cesare continua a trattare con quelli che lo vorrebbero morto.

– Quando io ero militare, mi hanno insegnato che il soldato migliore non è il più coraggioso ma il più disciplinato, e questo vale anche per i generali. Cesare rispetti le leggi, e allora lo rispetteremo anche noi.

– E non dovrebbe essere il Senato per primo a rispettare le leggi? Invece, ha lasciato che Pompeo diventasse padrone di Roma e i tribuni della plebe, solo perché hanno voluto fare il loro mestiere, sono dovuti scappare via.

– Il senato ha le sue buone ragioni per comportarsi così. I generali, più sono bravi e più sono pericolosi.

 Riassunto

La storia si svolge a Compitum (l’auttale Savignano) il giorno in cui Cesare passa il Rubicone. Mentre i due uomini discutono di politica, Marco Valerio, il figlio di Flavio, per una scommessa con due amici, varca il fiumicello con un salto; poi i tre ragazzi, per fare uno scherzo a Macco, lo scemo del villaggio, lo mandano a fare la guardia al ponte sulla via Emilia. Mentre il povero scimunito assiste al passaggio dell’esercito di Cesare, senza capirci nulla, Marco Valerio si perde la scena storica, perché il padre, per prudenza, lo tiene chiuso in casa; ma, una volta cresciuto, avrà la soddisfazione di poter dire che lui e Cesare hanno attraversato il Rubicone lo stesso giorno.

Commento

Il Rubicone, famoso in tutto il mondo e ricordato in tutte le enciclopedie, è in realtà un ruscelletto insignificante ; analogamente, in questo racconto, l’episodio che ha cambiato la storia di Roma, raccontato prima dal punto di vista dei provinciali, poi da quello dei ragazzini e infine da quello dello scemo, si rimpicciolisce sempre di più. Gli storici antichi raccontano che Cesare, dopo aver visto un uomo di statura fuori dal normale strappare la tromba ad un soldato e attraversare il Rubicone, decise di varcare il fiumicello a sua volta e pronunciò la famosa frase “Il dado è tratto”; io ho immaginato che il misterioso gigante non fosse il messaggero degli dei, ma semplicemente il povero Macco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: