A favore del doppio turno

Lettera pubblicata sul forum Italians in data 23 novembre, in risposta a quella di un altro lettore, che si era detto contrario al doppio turno. Ho cercato così di ribattere alle sue argomentazioni.

mauriac

Francois Mauriac: I presidenti del Consiglio della Quarta Repubblica passavano la settimana a tenere in piedi il governo e il week-end a governare.

Caro Severgnini, cari Italians a chi, come il signor Galli (“Legge elettorale, meglio il proporzionale” – http://bit.ly/19Ofzw8 ), dice che il doppio turno non cambierebbe nulla, si potrebbe chiedere di dare un’occhiata al di là delle Alpi. La Quarta Repubblica francese aveva gli stessi vizi di quella italiana: frazionamento dei partiti, coalizioni rissose, ministeri fragili e impotenti, strapotere delle lobby. Il doppio turno è riuscito a far uscire il paese dalla palude e oggi nessuno vorrebbe restaurare il proporzionale (ci provò Mitterand, ma tornò subito sui suoi passi.) Se Sarkozy od Hollande hanno dato cattiva prova è stato per colpa loro, e non perchè dovessero fare delle concessioni a Le Pn o ai trotzkisti (gli equivalenti francesi di Bossi e Bertinotti) o perchè, come diceva Mauriac, dovessero passare la settimana a tenere in piedi il governo e il week-end a governare. Non è vero, infatti, che il proporzionale dia ad ogni partito il giusto: favorisce i partiti medio-piccoli, come il PSI di Craxi o la Lega di oggi, dando loro un potere di ricatto e di interdizione sproporzionato alla percentuale dei voti presi.

Dite che i partiti piccoli sopravviverebbero ugualmente grazie ai patti di desistenza? E perchè i partiti grandi dovrebbero concedere loro seggi in cambio di voti, quando al doppio turno quasi sicuramente otterrebbero quegli stessi voti gratis?

Il doppio turno favorirebbe la sinistra? In Francia la destra, con questo sistema, ha vinto due elezioni su tre.

Aumenterebbero i costi delle elezioni? Facciamo quello che a suo tempo aveva proposto Ugo La Malfa: accorpiamo in un’unica giornata dell’anno (non due), possibilmente dopo la fine delle lezioni scolastiche, votazioni politiche, amministrative, europee e referendum, e vedrete che i risparmi compenseranno ampiamente le maggiori spese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: