Vacanze tranquille al residence Pineta

12_big

Il residence Pineta esiste davvero, a Milano Marittima, anche se non è così isolato come quello del romanzo.

Vacanze tranquille al residence Pineta è stato il mio secondo tentativo nella narrazione lunga ed uno dei pochi casi in cui le mie storie abbiano un’ambientazione riconoscibile (la pineta di Cervia) ed esplicitamente romagnola. Ho, in un certo senso, provato ad applicare al romanzo la tecnica delle vecchie barzellette: quelle che cominciavano con “Ci sono un francese, un tedesco, un inglese ed un italiano…” Ho messo assieme un gruppo eterogeneo di personaggi che passano assieme le vacanze in un residence nella pineta di Cervia; un luogo tranquillo e relativamente isolato, anche se in realtà dista solo un paio di chilometri dal caos estivo della Riviera Romagnola . Il filo conduttore del romanzo è una vicenda di spionaggio industriale, al cui centro c’è una delle ospiti del residence; gli altri villeggianti o sono alle prese coi loro problemi personali o fanno da coro. Ecco l’elenco dei personaggi.

 Il personale del residence

  •  Filippo Bovarelli, il direttore; buon uomo, anche se a volte le responsabilità del suo posto gli fanno perdere le staffe.
  •  La signorina Garzanti, sua segretaria.
  •  Ratko, Ante e Iosif: tre camerieri croati, il primo anziano, alcolizzato ed inaffidabile, gli altri due giovani e volenterosi.

Gli ospiti del residence

  • Giuseppe Celestini, giornalista della Gazzetta Padana (diretto da Aristide Damiani, il giornalista che appare in Barbadilla e nel Ciclo di Wenderbinder).
  • Paolo Zanoni, (l’ingegnere che, in Barbadilla, veniva arrestato durante il colpo di stato), assieme alla moglie e alla figlia Marisa di sedici anni; il personaggio, che nell’altro romanzo era una caricatura grottesca del turista sessuale, qui si fa quasi drammatico, poiché le sue cattive abitudini gli sono costate il rispetto della figlia.
  • Giovanni Gradoli, impiegato con l’hobby di scrivere romanzi gialli, accompagnato dalla moglie e dal figlio Leonardo, di 13 anni; il ragazzo, che condivide con il padre la passione per la narrativa poliziesca, è l’unico che riesca a fare delle deduzioni corrette sugli strani fatti che accadono nel residence.
  • Michele e Antonio Rodani, figli di un principe del foro milanese, sono due caratteri all’opposto: il primo è un ragazzo serio, che già segue le orme del padre, apparentemente interessato solo al lavoro; il secondo è un playboy irresponsabile e un giocatore compulsivo.
  • Giulia Boschetti matura zitella, curiosa e pettegola.
  • Samantha MacLean, giovane e affascinante scozzese, venuta in Romagna per studiare i luoghi di Dante.
  • Irma (in realtà Luisa) Rossi, segretaria d’azienda, la donna del mistero.
  • Filippo Rossi (in realtà, Filippo Ranieri), ufficialmente cugino di Irma: l’uomo del mistero.
  • Il signor Orefici, un pensionato esasperatamente qualunquista: detesta imparzialmente destra, sinistra e centro, l’Italia e i paesi stranieri; è un personaggio non tanto raro, come può testimoniare chiunque abbia ascoltato un po’ di conversazioni dal barbiere.
  • Il dottor Tellini, ex insegnante in un istituto per la formazione dei dirigenti d’azienda, intelligente, tollerante, dotato di senso dell’umorismo, è un po’ il rovescio del signor Orefici.

 

I due intrusi??????????????????????

  • Giovanni Colombo, personaggio misterioso che si aggira attorno al residence, è in realtà un investigatore privato (modellato sul personaggio interpretato da Gene Hackmann nel film La conversazione).
  • Otto Henninger (alias il dottor Krauss), uno straniero, non è chiaro se svizzero o tedesco, misteriosamente legato alla signorina Rossi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: