L’ornitologo e gli uccellini

birdwatchingIncipit

Filippo Rossi, l’accompagnatore ritardatario della signorina Irma Rossi arrivò dopo il calare del sole, su un taxi preso alla stazione di Cervia. Indossava un brutto giubbotto grigio ed un paio di jeans, aveva il viso coperto dagli occhiali da sole, anche se era ormai notte ed il suo bagaglio era ridotto a due valige a mano ed un sacco a pelo. Se fosse arrivato quindici giorni prima, sarebbe passato inosservato ma, dopo quindici giorni in cui tutto il residence si era interrogato spasmodicamente sull’identità della signorina Rossi, adesso tutti i villeggianti, con una scusa o con l’altra, gli si fecero intorno per scoprire qualcosa sull’accompagnatore della donna del mistero. Ma lui si dimostrò altrettanto elusivo della donna: dopo aver bevuto un caffè al bar dell’albergo, sgusciò di mano ai suoi indagatori, rispondendo alle loro domande con poche frasi generiche, e salì al piano superiore, fino alla stanza che divideva con Irma. Purtroppo per lui, prima di riuscire a mettere piede sul pianerottolo, si trovò davanti la signorina Giulia, che dormiva nella stanza di fronte alla sua ed era ben decisa a non lasciarlo andare a letto senza essersi fatta dire di lui vita, morte, miracoli ed i precisi rapporti con Irma. Per cominciare insistette per stringergli la mano, e poté così accertare che portava la fede, a differenza della signorina Rossi. Dunque, i due non erano né marito e moglie né conviventi, ma amanti clandestini.

– Sa che sua moglie è una donna molto simpatica – disse poi Giulia, per entrare subito in argomento.

– Ah perché, lei conosce mia moglie?

– Ma come, la signorina Irma Rossi non è sua moglie?

– No, è solo una cugina con cui divido le spese per le vacanze.

“Una cugina che ha almeno dieci anni meno di te. Va là che non mi imbrogli; se volevi essere prudente, dovevi almeno toglierti l’anello” pensò Giulia, fiera della sua sagacia.

Riassunto

can-stock-photo_csp15318261Contrariamente alle supposizioni della pettegola signora Boschetti, Irma e Filippo non sono amanti clandestini, ma (com’è stato detto in precedenza) complici in un affare di spionaggio industriale. Viene finalmente rivelato al lettore chi sia in realtà il misterioso signor Colombo: un investigatore privato, tenace e spregiudicato, assunto dalla Beta elettrodomestici per sorvegliare il suo dirigente infedele. Colombo prima è riuscito a scoprire che Ranieri e il faccendiere Henninger si sarebbero incontrati nella Rviera stock-vector-silhouette-illustration-of-a-woman-in-the-bird-cage-101710213Romagnola, per trattare la vendita di un dischetto per computer carico di dati riservati; poi ha seguito la segretaria Irma Rossi fino al residence Pineta, e ha tentato di convincere la ragazza a consegnargli il prezioso oggetto; si è assicurato la complicità di Ratko, che ha però rischiato di mandare all’aria i suoi piani con la sua maldestra incursione nell’ufficio del direttore. Nonostante questo infortuni, adesso “l’ornitologo” (Colombo, che per giustificare la sua presenza nella pineta si finge un appassionato di birdwatching) si prepara a tendere la trappola finale per gli “uccellini” (Irma e Filippo.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: