Vai, vai piccola Katy

Incipit

piccolakatyFino a pochi mesi prima, la vita famigliare dell’ingegner Albertosi era stata delle più serene. I suoi colleghi, spesso alle prese con matrimoni allo sfascio, con le strane sigarette nelle tasche dei rampolli maschi o con le pillole anticoncezionali nel cassetto della prole muliebre, spesso gli dicevano, con un sospiro: – Beato te, che hai una brava moglie e dei figli responsabili.

Antonio, il figlio maggiore, aveva ormai superato l’adolescenza, e viveva fuori casa; faceva il secondo anno di ingegneria e passava da un esame col 30 ad uno col 28, con la decisione di un treno avviato verso la stazione intermedia della laurea e verso quella finale del posto nella stessa azienda in cui lavorava il padre. Non era però un secchione: gli piaceva divertirsi, passare le notti del fine settimana in discoteca fino all’alba e soprattutto fare la corte alle ragazze. Più di una volta, qualche amico o il padre di una compagna di scuola di Antonio aveva chiesto a Paolo, con l’aria di scherzare ma in realtà preoccupatissimo: – So che tuo figlio esce con mia figlia; gli puoi fare un discorsetto, per dirgli di comportarsi in modo responsabile? – e sempre Paolo aveva risposto, sorridendo: – Glielo faccio volentieri, ma comunque lui non mi darà retta lo stesso. Ormai i tempi sono cambiati e i ragazzi fanno quello che vogliono, senza dare retta a noi poveri genitori. – È sempre facile sorridere sull’evoluzione dei costumi, finché riguarda le figlie degli altri.

Caterina, secondo l’anagrafe e i genitori, o Katy, secondo le sue amiche del cuore e il suo diario, sebbene fosse in piena adolescenza, non sembrava dover creare preoccupazioni al riguardo. Era vero che passava interi pomeriggi a truccarsi per sembrare più grande, indossava senza complessi jeans a vita bassa e magliette che lasciavano scoperto l’ombelico, citava nel discorso gli organi sessuali con la disinvoltura di uno scaricatore di porto ed aveva per amiche le ragazze più disinibite della scuola. Però, a parte questo, era una brava ragazza, senza troppa voglia di bruciare le tappe, anche perché, per fortuna dei suoi genitori, non aveva ancora incontrato ragazzi del tipo di suo fratello. Da qualche tempo, usciva regolarmente con Martino, il figlio di un amico di famiglia, il tipo di ragazzo che tutti vorrebbero come genero: tranquillo, studioso, rispettoso delle persone appartenenti ad una generazione precedente, e, da quel che sembrava, non così interessato al sesso da voler fare subito esperimenti pratici. Aveva un solo difetto, almeno per la famiglia Albertosi, milanista dai tempi di Schiaffino: era un interista sfegatato e un paio di volte, discutendo di Calciopoli, lui, timido com’era, aveva alzato la voce con l’ingegnere, per poi subito ricomporsi e scusarsi.

Poi Katy aveva conosciuto Saverio.

Riassunto

Una sera, Katy e la sua amica Emma vengono portate da Samantha (la sorella maggiore di Emma, che teoricamente avrebbe dovuto sorvegliare le due ragazzine minorenni) al Karakiri, un locale trasgressivo, così chiamato per i suoi micidiali cocktail torcibudella; lì, Katy conosce21542480-ritratto-di-un-tipo-ribelle-ragazzo-in-giacca-di-pelle-classica-con-la-sigaretta-in-bocca-contro-sfo Saverio, un giovane meccanico che si guadagna la sua simpatia prima dando una dura lezione ad un bulletto che l’aveva importunata e poi riportandola a casa al posto di Samantha, troppo sbronza per guidare. I due ragazzi si mettono assieme, il che suscita le preoccupazioni dei signori Albertosi, visto che Saverio frequenta ambienti poco raccomandabili ed è anche stato al riformatorio; e visto, soprattutto, che Katy, non contenta di trascurare la scuola, spende tutti i suoi soldi, anche vendendo i suoi vestiti, per fare regali al suo amore. Il signor Albertosi e Saverio si incontrano in un bar malfamato e lì il ragazzo confessa candidamente di non amare Katy, di essersi messo assieme a lei solo per mungerla e di avere rispettato la sua verginità, non per cavalleria ma perché lo considerava il modo migliore per tenerla legata a sé; finalmente, poiché la sua unica vera passione sono i motori, acconsente a sparire dalla circolazione in cambio di un giro in autostrada sulla Porsche del signor Albertosi. Katy reagisce alla separazione dal suo amore prima con la rivolta, poi con la disperazione, e infine, con la volubilità tipica degli adolescenti, torna alla sua esistenza da ragazza borghese; finalmente, con grande soddisfazione dei genitori, si rimette col suo primo fidanzato, Martino. Quello che i signori Albertosi non sanno è che il buon Martino ha anche una seconda esistenza come stadihooligan interista; e che il ragazzo ha riconquistato Katy facendo a botte con un altro giovane, che l’aveva provocato prima corteggiando la fanciulla e poi proponendogli di brindare alla salute del Milan…

Commento

Ho classificato questa storia fra i racconti romantici, anche se in effetti è una parodia antiromantica, e anche abbastanza cattiva, dei romanzetti sentimentali young adult con ragazzette sentimentali e ragazzi machi (il filone alla Tre metri sopra il cielo, per intenderci)¸ La differenza è che qui il punto di vista è quello dei genitori, poco entusiasti (come lo sarebbe qualunque genitore nella realtà) di avere una figlia innamorata di un ragazzo di strada. Tanto più che qui si tratta di un teppista vero e non, come di solito succede nei film, di un ragazzo borghese che attraversa una fase di ribellione. Poiché mi piace autocitarmi, ho fatto della piccola Katy (nome tratto da una canzone dei Pooh sulle ingenue ribellioni delle ragazzine) la sorella di Antonio Albertosi, il corteggiatore respinto di Marisa Zanoni.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: