I bonzi di Walter Scott

Bonzi

Foto e lettera pubblicate sul forum Italians il 27 febbraio 2016.

Non si tratta di bonzi in preghiera sulle scalinate di un tempio buddista, come potrebbe sembrare a prima vista, ma degli operai che puliscono il monumento a Walter Scott in Princess Street, a Edimburgo (per la cronaca, il più grande monumento mai elevato a uno scrittore).

Walter Scott condivide col suo allievo Manzoni la sorte di essere un monumento in patria ed ignorato all’estero. Beninteso, tutti lo conoscono di nome, però l’unico suo libro che si legga ancora è Ivanohe, mentre gli altri suoi 27 romanzi (incluse quelle cinque o sei storie scozzesi che, secondo gli storici della letteratura, costituiscono i suoi autentici capolavori) sono stranamente ignorati dai lettori, dai traduttori italiani e dagli adattatori cinematografici.

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Simone Signaroli
    Gen 07, 2017 @ 13:58:23

    Non posso che ringraziare, nel mio piccolo, chiunque ricordi Walter Scott: .

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: