La letteratura italiana in stile Twitter (1800-1940)

Gli indovinelli che seguono sono in realtà le trame di alcuni classici della letteratura italiana dal 1800 al 1940, condensate nello spazio di una riga e precedute dalla data di edizione. Chi non riesce a identificare l’opera originale da solo, può cliccare sul collegamento per ottenere la soluzione. Questi “riassunti ridicolmente concisi” sono stati pubblicati originariamente in inglese su Shelfari, un social network riservato agli appassionati di libri, che in questo periodo sta terminando la sua attività per fondersi con Goodreads.

cover

1802 Caro Lorenzo, non posso sopportare lo stato attuale della società italiana e la mia delusione amorosa, così, mi pugnalo.

1827 Un tiranno, un prete codardo, la guerra, la peste, un voto alla Madonna non possono impedire a due fidanzati di sposarsi. (Questa era facile)

1867 L’amor di patria e quello per la cugina portano a Carlo più dolori che gioie, ma lui non ha rimpianti.

1880 La vita in Sicilia nell’Ottocento: miseria, superstizione, delitti d’onore e sfruttamento del lavoro minorile.

1881 Tempeste, guerre, colera, miseria, prigione e disonore: ogni immaginabile sciagura si abbatte su una famiglia di onesti pescatori.

1883 La Sicilia dopo l’Unità: qualche ricco diventa povero, qualche povero diventa ricco, la maggior parte dei poveri resta povera.

1889 Un dandy, sofisticato ed amorale, rovina la sua vita (e quella di una brava donna) per amore di una femmina di mondo.

1889 Un muratore arricchito, sposato ad una dama, è disprezzato dai nobili, odiato dai poveri, sfruttato dai famigliari.

1892 Mia moglie può perdonarmi di essere un libertino, io posso perdonarle una scappatella, ma se lei resta incinta, uccido il bambino.

1892 Un impiegato di banca è così inetto alla vita, da preferire miseria e suicidio al matrimonio con una ragazza ricca.

1898 Non tentare di sedurre una ragazza che ne sa più di te e non lasciare che tua sorella si innamori del tuo amico playboy.

1904 Un bibliotecario scopre come sia impossibile sfuggire ai problemi della vita, anche morendo e resuscitando.

1921 I personaggi possono essere persone più vere delle persone vere, e anche attori migliori.

1923 Vita di un inetto, che cerca di smettere di fumare, di essere un buon figlio, un buon marito, un uomo d’affari, e fallisce sempre.

1925 In un’estate di sole, il poeta sta per scoprire il segreto delle cose – forse.

1926 Un naso pendente trasforma un tale che vive tranquillamente di rendita in un filosofo (o, pensano gli altri, in un matto.)

1927 Bakunin ha lo stesso insuccesso come proprietario terriero e come rivoluzionario

1929 Se speri di cominciare una nuova vita uccidendo l’amante di tua madre e tua sorella, prima ricordati di caricare la pistola.

1933 I cafoni sopportano tutto, ma non la perdita dell’acqua. Un giovane muore da eroe, ed è rivoluzione.

1935 Il mondo è dei furbi: vale per le bestie come per la società umana.

1938 Un soldato diventa ricco mugnaio, grazie a un tesoro maledetto; a suo figlio e ai suoi nipoti le cose non vanno così bene.

1938 Un tenente italiano, durante la prima guerra mondiale, si chiede se i suoi veri nemici siano glia Austriaci o i suoi generali.

1939 Le donne possono portare la salvezza al poeta, ma scompaiono sempre dalla sua vita, e anche dalla sua memoria.

1939 Sole, mare e bei ragazzi: per il poeta, la vita è tutta qui, ed è sufficiente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: