“I 50 libri che hanno cambiato il mondo” di Andrew Taylor

Messaggio pubblicato su Italians in data 16 ottobre 2017.

Cari Italians, a proposito di Brexit, segnalo che un paio di anni fa, presso Garzanti è uscito I cinquanta libri che hanno cambiato il mondo di Andrew Taylor, un giornalista della BBC. Mentre i saggi che compongono il volume in se stessi sono informati e piacevolmente divulgativi, la scelta dei libri è talmente anglocentrica da ricordare la famosa battuta “nebbia sulla Manica, il continente è isolato”. Su cinquanta libri scelti, venticinque sono in inglese, però poi la lingua di Shakespeare si assicura la maggioranza assoluta, perché Le Mille e una Notte sono messe sotto la data della versione di Burton (doppio scippo, ai danni degli arabi e del primo traduttore, il francese Galland). Riguardo ai testi scientifici o filosofici, le scelte di Taylor sono nel complesso equilibrate; quello che fa scandalosamente pendere la bilancia è la letteratura, dove poeti e romanzieri inglesi e americani hanno ben quindici titoli, il doppio di quelli del resto del mondo messi assieme. La Francia, che coi suoi grandi scrittori ha dominato il secondo millennio, deve accontentarsi di due piazzamenti; la Germania arriva a quattro, grazie ai pensatori; la Russia è a quota due titoli (uno dei quali sono gli imbarazzanti Protocolli dei savi di Sion). Noi italiani non ne usciamo troppo male, con tre piazzamenti (Machiavelli, Galileo e Primo Levi) ma c’è un’assenza che grida vendetta. Si può onestamente, in una graduatoria di questo genere, ignorare la Divina commedia? (Beninteso, se il maestro Dante è stato dimenticato, il discepolo Chaucer è stato compreso nella lista). È vero non si può giudicare la cultura di un popolo da un singolo libro, però è difficile, dalle scelte di Mr. Taylor, sottrarsi all’impressione che l’inglese medio si senta più vicino a uno scrittore dell’Arizona o dell’Uganda, piuttosto che a uno continentale, da cui lo separa una barriera più larga della Manica: la lingua. C’è da stupirsi, quindi, se questo atteggiamento si estende anche alla politica?

Per conoscere la lista completa, premere sull’immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: